Panarea mon amour (II parte)

Riprendiamo il nostro viaggio a Panarea.
Dopo la lettura con calma, verso le 11.30, è bello scendere al porto a noleggiare una barca; assicuratevi che sia provvista di tendalino, portate acqua, vino bianco, frutta e panini e salpate alla volta di Basiluzzo, uno degli siolotti di fronte a Panarea. Qui gettate l’ancora, fate il bagno oppure cercate di pescare qualcosa fino al momento del pranzo.
Dopo le 14, soprattutto se è estate inoltrata, arrivano molte barche pieni di ragazzi, quindi se preferite rimanre tranquilli, meglio rivolgere la prua verso la parte ovest dell’isola, decisamente meno frequentata al pomeriggio. Dopo altri bagni, sole e chiacchiere, è il momento di rientrare e di prepararsi per l’aperitivo: un indirizzo alternativo al Raya è quello del bar dell’Hotel Lisca Bianca, proprio sul porto, con un arredamento in stile marocchino e bella musica.

Poi, pronti per la cena: se qualcuno vi invita a casa, non perdete l’occasione: le feste che si organizzano a Panarea tra i frequentatori abituali dell’isola sono indimenticabili e spesso capita di sedersi a fianco di personaggi del jet set. Altrimenti, uno degli indirizzi storici è Da Pina dove si mangia davvero bene (inoltre, Pina, la proprietaria, è anche una miniera di informazioni sull’isola). stesso discorso vale per il ristorante Hycesia, dove troverete anche un’ottima selezione di rum e sigari. Il ristorante del Raya è molto bello per l’ambiente, come anche il ristorante dell’Hotel Quartara, dove un giovane chef toscano propne piatti innovativi e interessanti. Tutti, però, non sono a buon mercato. Se non volte rinunciare a mangiare bene, ma spendendo il giusto, dovete tornare a Drautto dopo aver prenotato un tavolo Da Ninuccio, proprio vicino alla spiaggia. Merita di essere ricordato anche il sushi bar sul tetto del circolo del bridge di Anna Mascolo: il pesce è freschissimo e il cuoco è giapponese.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − = quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>